ALBERI’ ALBERO’

Sabato 7 dicembre 2019 dalle 9.00 alle 13.00

La regola dell’albero: il ramo che segue è sempre più sottile del ramo che lo precede. Si possono disegnare alberi che ramificano a due rami, a tre, a quattro… come si vuole. Rispettando questa regola ognuno disegna il suo albero, gli stereotipi sono annullati.

Bruno Munari

Destinatari

Il workshop è rivolto non solo ad insegnanti ed educatori ma a qualsiasi persona voglia sviluppare creatività ed immaginazione, affrontando un soggetto tanto familiare quanto pieno di significati ancora da scoprire.

Obiettivi generali del laboratorio

  • sviluppare interesse verso la natura, le erbe, gli alberi, ….
  • apprendere le fase di esecuzione della regola e delle possibili varianti
  • scoprire le diversità e le irregolarità della natura
  • sapere allontanarsi dallo stereotipo e dalla regola per interpretare in modo personale e creativo il proprio elaborato

Criteri di progettazione dell’attività

  • disegnare un albero (con strumenti e materiali diversi)
  • costruzione di un albero con  molteplici varianti
  • rappresentare e personalizzare un albero

Momenti del laboratorio

  • lo stereotipo dell’albero
  • il mio albero
  • la ramificazione binaria
  • la costante
  • le varianti e la crescita
  • le varianti sulla regola ( alcune varianti applicate alla regola)
  • l’albero, le foglie, le texture
  • storia di un albero
  • il colore
  • l’albero colorato a tre colori
  • l’albero soffiato
  • l’albero strappato
  • il piccolo e grande albero tagliato
  • l’albero inventato
  • l’albero dei segni e delle forme
  • il segno e il suono dell’albero
  • poesie di alberi
  • l’albero tridimensionale
  • l’albero di materiali diversi
  • l’albero che racconta di me…
  • i nostri alberi: segni e parole che descrivono e immaginano

Modalità di lavoro

  • presentazione e conoscenza di tutto il gruppo e dell’operatore
  • espressione libera  del disegno dell’albero
  • presentazione del materiale e del suo possibile utilizzo
  • presentazione dell’esercizio
  • prove ed esperienze personali
  • osservazione ed analisi delle  produzioni
  • confronto e lavoro di gruppo
  • idee e proposte da costruire ed inventare

La docente

Il laboratorio sarà tenuto da Annamaria Ferrari, docente di scuola dell’infanzia con specializzazione nel Metodo Montessori. Negli anni 1987-1988-1989 ha frequentato i laboratori sull’educazione visiva con Roberto Pittarello. Dal 1990 al 1992 ha lavorato presso Il Giardino del Futuro a Milano, con Bruno Munari e Roberto Pittarello; questo incontro straordinario le ha poi permesso di continuare a sperimentare l’arte come mezzo di educazione alla comunicazione, proseguendo l’esperienza con la conduzione di laboratori organizzati per bambini e per docenti di scuole di ogni ordine e grado.

Iscrizione e note organizzative

La quota di partecipazione è di €. 40, compresiva del materiale di consumo e l’uso di tutti gli attrezzi necessari che verranno forniti dall’organizzazione.

Per partecipare al corso è richiesta la preventiva iscrizione all’Associazione LA GRANDE QUERCIA al costo calmierato per l’anno 2019 di €. 5; per l’anno 2020, l’iscrizione è fissata in €. 10.

Per le iscrizioni si può scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@lasignoratalpa.com oppure mandare un messaggio via SMS o Whatsapp al numero 328.0155765 (Alberto); verrà data conferma dell’avvenuta iscrizione prima di poter procedere al pagamento (possibilmente via bonifico). Il laboratorio verrà attivato con un minimo di 6 partecipanti.

Vi chiediamo di arrivare in Atelier 15 minuti prima dell’inizio in modo da poter garantire la partenza puntuale del laboratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *